Bimestrale di informazione economica

 
Home page
Presentazione

Arretrati e abbonamenti

E-mail

Archivio

Riviste
Argomenti
Ricerca semplice
Ricerca avanzata
News

 

5/8/2014 – Rischio idrogeologico: assessore Maninchedda, piano di intervento regionale di 40 milioni di euro

 

«Gli interventi urgenti per la prevenzione del rischio idrogeologico sono stati pianificati secondo due criteri principali: l’individuazione dei siti più pericolosi e la vicinanza di tali siti ai centri abitati». Lo ha dichiarato l’assessore regionale dei Lavori Pubblici, Paolo Maninchedda, illustrando alla commissione consiliare “Governo del territorio”, presieduta da Antonio Solinas (Pd), i contenuti di un piano di intervento di circa 40 milioni di euro previsto da due leggi regionali di quest’anno. «Per quanto riguarda l’individuazione dei punti pericolosi – ha spiegato Maninchedda – si tratta di una scelta squisitamente tecnica, che tende ad eliminare l’accumulo di fango e detriti dagli alvei dei fiumi, le aree più sensibili del territorio in occasione di ondate di piena. Altre risorse, provenienti da un accordo quadro col ministero dell’Ambiente, sono destinate alle zone più colpite dalle recenti alluvioni: Olbia (5 milioni di euro); Bitti (3 milioni), dove i canali minacciano alcuni edifici del centro abitato; la Romangia di Sorso; Sennori recentemente colpita da una bomba d’acqua, il lungomare di Alghero, i territori di Lula e Palmas Arborea e la Barbagia di Seulo, dove era particolarmente urgente intervenire per evitare l’isolamento di alcuni centri abitati. Sono fondi chiaramente insufficienti – ha concluso l'esponente dell'esecutivo regionale – rispetto alle necessità, con i quali però sarà possibile realizzare opere utili».